Come scegliere i tuoi pneumatici

Come si leggono i numeri sul libretto e sui pneumatici della tua auto? Quale gomma è più adatta ai tuoi viaggi e al tuo stile di guida? Scopriamolo insieme.

Le cose essenziali da sapere

Come "leggere" il tuo pneumatico

I numeri e le sigle riportati sul libretto dell’auto e sul fianco dei pneumatici sono gli elementi decisivi della tua scelta.

I tuoi pneumatici: impariamo a leggerli e conoscerli insieme.

I tuoi pneumatici: impariamo a leggerli e conoscerli insieme.
Larghezza pneumatico
Rapporto di aspetto
Diametro ruota
Indice di carico
Codice di velocità

Larghezza pneumatico

Larghezza del pneumatico misurata in millimetri da una parete laterale all'altra.

Rapporto di aspetto

È il rapporto, indicato in percentuale, tra l'altezza della sezione del pneumatico e la larghezza. Un rapporto di aspetto di 65, ad esempio, indica che l'altezza del pneumatico corrisponde al 65% della larghezza.

Diametro ruota

Diametro (altezza) della ruota, misurato in pollici (1 pollice=2,54 cm).

Indice di carico

L'indice di carico si riferisce al carico massimo che il pneumatico può sopportare. A ogni “numero indice” corrisponde un peso in Kg., secondo un’apposita tabella. Ad esempio, il pneumatico con indice di carico “91” può trasportare un peso di 615 kg. Quando scegli un pneumatico è opportuno tener conto sia degli indici di carico sia dei codici di velocità, senza dimenticare le indicazioni tecniche del costruttore. 

Codice di velocità

Il codice di velocità è la lettera che indica la velocità massima per un
pneumatico con pressione di gonfiaggio corretta e utilizzato sotto carico. Un pneumatico con codice di velocità V, ad esempio, è omologato per una velocità massima di 240 km/h. Quando acquisti nuovi pneumatici, accertati che il codice di velocità sia compatibile con la velocità prescritta per il veicolo.

La pressione dei pneumatici

La pressione dei pneumatici

La pressione dei pneumatici condiziona il comportamento della tua auto. Influisce sui consumi e -soprattutto- sulla sicurezza. Il libretto di circolazione indica i valori di pressione corretti per la tua vettura, ma tieni presente che condizioni particolari di carico o temperatura possono richiedere valori diversi: chiedi consiglio a uno specialista.   

Stato dei pneumatici: controllo visivo

Stato dei pneumatici: controllo visivo

L’estetica non è un’opinione quando si tratta di gomme: rigonfiamenti, tagli, consumo anomalo e non omogeneo del battistrada devono metterti in allarme. Per questo è importante controllarli periodicamente. In questi casi, quindi, recati subito dal gommista di fiducia per un controllo professionale.

Controllo del battistrada

Controllo del battistrada

L’ispezione regolare del battistrada può segnalarti in anticipo potenziali problemi. Se gli indicatori di usura sono visibili o la profondità è inferiore a 1,6 mm, i tuoi pneumatici devono essere sostituiti immediatamente. In caso di corpi estranei incastrati nel battistrada, meglio rivolgersi al gommista. Un'usura eccessiva laterale o centrale segnala un'errata pressione di gonfiaggio. Infine, usura irregolare o “dentellatura” sui bordi di uno o più pneumatici rivelano un’alterazione di assetto generale del veicolo.

Stagionalità

Pneumatici estivi

Pneumatici estivi

Sono i pneumatici tradizionali, progettati per viaggiare a temperature miti o superiori ai 7°. Sotto a questo limite, la gomma del battistrada indurisce e perde aderenza.

Pneumatici quattro stagioni

Pneumatici quattro stagioni

Come il nome stesso suggerisce, i pneumatici 4 stagioni offrono buone prestazioni "a tutto tondo" e tutto l'anno, adatti a svariate superfici e condizioni atmosferiche. Permettono di circolare tutto l'anno e sono ideali per chi guida principalmente su percorsi urbani.

Pneumatici invernali

Pneumatici invernali

Offrono la massima aderenza quando il termometro scende sotto i 7°, grazie alla mescola speciale che rimane morbida anche a basse temperature, al disegno e alla scolpitura lamellare del battistrada specifici per favorire la trazione.

Stili e abitudini di guida: ogni automobilista è diverso

Nella scelta del pneumatico, conta il fattore umano: come guidi e cosa cerchi quando sei al volante?

Grande viaggiatore

Grande viaggiatore

Lunghi tragitti autostradali e molte ore al volante: tu e il tuo veicolo siete inseparabili. Hai bisogno di pneumatici specifici per ogni stagione dell’anno, affidandoti al doppio treno.

Guidatore tranquillo

Guidatore tranquillo

Per te e i tuoi cari, non scendi a compromessi con la sicurezza: cerchi il comfort di marcia e un consumo di carburante contenuto.

“Navigatore” urbano

“Navigatore” urbano

Guida dinamica, con frequenti stop and go e cambi di direzione. Vuoi un pneumatico reattivo e adatto a ogni situazione, in ogni stagione dell'anno.

Cuore sportivo

Cuore sportivo

Cerchi l’autentico piacere di guida. Il tuo pneumatico ideale è quello che ti offre alte prestazioni di tenuta in curva, accelerazione e frenata.

Etichetta Europea dei pneumatici

La nuova etichetta europea, applicata direttamente sul pneumatico ti aiuta a fare un acquisto consapevole, fornendoti informazioni standard su tre parametri fondamentali nella scelta di un pneumatico: classe di efficienza nei consumi, classe di aderenza su bagnato, classe di rumore esterno da rotolamento.

Imparare a leggere i valori dei pneumatici:

Imparare a leggere i valori dei pneumatici:
Risparmio di carburante
Aderenza sul bagnato
Rumorosità

Risparmio di carburante

E' indicato su una scala cromatica che misura la resistenza al rotolamento: dalla G (rosso=maggiore) alla A (verde=minore). Minore resistenza al rotolamento significa minore energia richiesta per percorrere la stessa distanza. Questo contribuisce a farti risparmiare carburante e ridurre le emissioni di CO2.

Aderenza sul bagnato

La classificazione europea si concentra sull’aspetto più significativo del parametro: l’aderenza del pneumatico in caso di frenata sul bagnato. In questa scala, la differenza tra un pneumatico di categoria A ed un pneumatico di categoria G si può tradurre in spazi di frenata inferiori del 30%.

Rumorosità

L’ultimo fattore misura il rumore esterno da rotolamento. Tale valore è espresso in decibel. La rumorosità di un pneumatico può variare dai 60 agli 85 decibel, e non è correlata al rumore percepito nell’abitacolo. Inoltre, un’immagine stilizzata di altoparlante evidenzia la posizione rispetto all’indice europeo di rumorosità:
• 1 onda sonora: silenzioso (di almeno 3 dB inferiore al limite europeo)
•2 onde sonore: moderato (tra il limite europeo e inferiore a 3 dB)
•3 onde sonore: rumoroso (superiore al limite europeo)

L'esperto consiglia

"È importante partire puntuali, ma soprattutto fermarsi in tempo"

Quando guidi è importante mantenere distanze e velocità che consentano spazi di arresto sicuri. A volte, la differenza in caso di frenata d’emergenza si misura in centimetri.

Altrettanto importante è la scelta di un pneumatico tecnologicamente avanzato, garantito da marchi che investono in innovazione, ricerca e sviluppo.